Valve interessata ad un hardware open-source, anche per Mobile

Gabe Newell, co-fondatore e general manager di Valve, ha finalmente confermato – dopo un tira e molla di rumor e smentite che va avanti da un po’ di mesi – che la casa di sviluppo di Half-Life e Portal è intenzionata per il futuro a sviluppare una piattaforma hardware (che in precedenza si vociferava chiamarsi Steam Box) di tipo open-source, ovvero aperta a tutti gli sviluppatori e dunque potenzialmente non limitata ad alcun software di terze parti, che possa soddisfare le esigenze sia dell’utenza domestica che di quella Mobile.

Gaben

Newell in particolare vorrebbe realizzare una piattaforma aperta che dia respiro al mercato videoludico così com’è adesso, a suo dire saturato e “intrappolato” dalle console attuali che sono invece “chiuse” e dunque soggette al volere dei rispettivi proprietari (leggasi Microsoft, Sony e Nintendo). E lo stesso discorso Newell lo estende ai dispositivi Mobile, affermando di avere intenzione di creare anche in tale ambito una piattaforma “open” che possa costituire un’alternativa a quelle proprietarie (di Apple e Google, aggiungiamo noi).

Non si sta parlando (esplicitamente) di una console, ma qualunque cosa sia, con quale Sistema Operativo verrà equipaggiata? Questa e altre domande troveranno (forse, conoscendo Valve…) risposta in futuro. Se vi interessa (e se siete anglofoni soprattutto) potete ascoltare direttamente la voce del buon “Gaben” nella recente intervista del sito Sevendaycooldown, dove oltre a questo argomento egli parla anche di Counter Strike: Global Offensive, Dota 2 (che a quanto pare sarà free-to-play) e altri scottanti argomenti.

FONTE: Develop

Valve interessata ad un hardware open-source, anche per Mobile
Voti Utenti: 0 (0 voto/i)