Battlefield 4 partirà con sette modalità multiplayer, di cui due inedite

1
580

Gli sviluppatori di DICE hanno infine confermato, in conclusione della Gamescom 2013, quante e quali saranno le modalità multigiocatore disponibili al lancio di Battlefield 4 a partire dal prossimo 29 Ottobre (per i territori USA) e 1 Novembre (in Europa). Le cinque modalità che già conoscete sono Team Deathmatch, Squad Deathmatch, Rush, Domination (versione più “rapida” di Conquest aggiunta in Battlefield 3 con l’espansione Close Quarters) e Conquest; quelle nuove sono invece Defuse e Obliteration (ma chissà che non ne vengano aggiunte altre ancora con le cinque espansioni incluse anche nella da poco annunciata edizione Premium).

Sulla prima non si sa ancora molto, se non che sarà priva di respawn (bisogna cioè attendere che finisca un round per poter rientrare in partita dopo essere stati uccisi) e dunque seria candidata a diventare la modalità competitiva “ufficiale” di BF4, esattamente come lo è stata per anni “Search and Destroy” nella serie rivale Call of Duty. La seconda invece è stata grande protagonista durante la Gamescom appena conclusasi, e si prospetta piuttosto frenetica: lo scopo infatti è di riuscire in primo luogo ad assicurarsi il possesso della bomba, che apparirà in punti di volta in volta casuali durante il match, dopodiché il giocatore che riuscisse a “rubarla” dovrebbe fare buon uso dell’adrenalina che gli scorrerà nelle vene in quel momento, visto che la particolarità di Obliteration è che la bomba emette costantemente un segnale rosso ben visibile ai nemici, dunque ne potrebbe scaturire una caccia all’uomo frenetica che si concluderebbe solo col piazzamento della bomba in una delle tre installazioni nemiche; da lì in poi sarebbe un Rush a tutti gli effetti, ovverosia chi ha innescato la bomba dovrà difenderla con la propria fazione, mentre gli avversari dovranno riuscire a disinnescarla, altrimenti si ripartirebbe dal secondo round, con la bomba di nuovo in una posizione neutrale e così via.

In tutto ciò avranno un ruolo a dir poco cruciale i medici (classe Assalto), in quanto a differenza di BF3 essi avranno a disposizione solamente tre scariche di defibrillatore, terminate le quali non si potrà fare più nulla per riportare in vita i compagni caduti, e c’è di più: se il medico effettua una rianimazione veloce su un compagno caduto, quest’ultimo torna in vita con solamente il 20% di salute; per poter fare in modo che i compagni rinascano col 100% di salute, il medico dovrà pertanto sfruttare una nuova meccanica introdotta dagli sviluppatori, e cioè tenere premuto il tasto per defibrillare fino a quanto non si raggiunge la carica massima. Insomma dopo il ritorno del Recon (classe Cecchino) dotato di cariche C4 (come in Battlefield: Bad Company 2), adesso anche l’Assault è stato parecchio ritoccato in quanto ritenuta una classe decisamente sbilanciata dalla maggioranza dei giocatori in BF3 proprio per la sua abilità di rianimare i compagni all’infinito. Se a tutto questo si aggiungono anche i nuovi eventi dinamici (comunque scriptati) racchiusi nel concetto di “Levolution”, come il famoso grattacielo di Siege of Shanghai che crolla sotto il peso dei bombardamenti o ancora la diga che, saltando, fa inondare la mappa di acqua (non si conosce ancora il nome di suddetta mappa), con l’interessante aggiunta – da sempre richiesta a gran voce dalla community – delle condizioni atmosferiche variabili durante le partite online (si veda la tempesta nella mappa Paracel Storm), è chiaro che Battlefield 4 ha tutte le carte in regola per rivelarsi sul serio quella “All out war” (guerra totale) di cui DICE parla tanto.

A questo punto c’è solo da attendere la beta, in arrivo i primi di Ottobre per PC, Xbox 360 e PlayStation 3 in esclusiva per gli utenti Premium (o per chi ha pre-ordinato a suo tempo uno fra Medal of Honor Warfighter: Limited Edition, Medal of Honor Warfighter: Digital Deluxe Edition e Battlefield 4: Digital Deluxe Edition) seguita, tre giorni dopo, dalla beta pubblica aperta a chiunque; la beta avrà una sola modalità (conquest) e una sola mappa (Siege of Shanghai). Restate sintonizzati per tutte le altre novità.