Crysis 3 – Una lunga presentazione mostra le novità del CryEngine 3

0
129

In questi giorni Crytek ha tenuto una presentazione tecnica di Crysis 3, e oggi possiamo vedere il lungo intervento del senior field applications engineer, Sean Tracy, riguardo le tante novità introdotte nel gioco in termini prettamente tecnologici. Del resto un accenno già era stato fatto dal technical director Marco Corbetta, che tempo fa aveva parlato delle innovazioni che il CryEngine 3 ha permesso di ottenere per il capitolo conclusivo della trilogia di Crysis, ma Tracy è andato molto più nello specifico mostrando nei minimi dettagli le grandi e piccole aggiunte fatte al motore grafico per fare di Crysis 3 non solo il capitolo più “evoluto” della saga in termini grafici, ma anche uno dei videogiochi più tecnologicamente avanzati degli ultimi anni.

Crysis 3 Psycho

Cruciale, spiega Tracy, è stata l’introduzione ad esempio del Pixel Accurate Displacement Mapping (PADM), che consente di ottenere delle superfici (come il tronco di albero mostrato nel video) estremamente dettagliate sfruttando solamente i pixel e rinunciando, per la prima volta, alla tessellazione (l’effetto grafico più importante che caratterizza le API DirectX 11). Quest’ultima è stata comunque riadattata da Crytek per migliorare la resa dell’Anti-aliasing, i personaggi e la vegetazione. Molto belli anche i nuovi effetti legati all’acqua, come la propagazione delle onde e soprattutto gli straordinari riflessi di luce generati dalla superficie liquida.

Tracy afferma che la maggior parte di queste nuove tecniche rende il CryEngine 3 non solo più versatile e ricco di effetti, ma anche più leggero in termini di richieste hardware, specie perché viene fatto un uso diverso e meno eccessivo della tessellazione. Tenetevi pronti perché già a partire da domani 29 Gennaio potremo mettere le mani sulla versione Open Beta multiplayer di Crysis 3 su tutte le piattaforme di uscita del gioco (PC, Xbox 360, PlayStation 3).