Recensione Xiaomi Mi Drone 4K: drone performante e economico

Con un rapporto qualità/prezzo senza concorrenti, lo Xiaomi Mi Drone è sicuramente il best buy del 2017

Recensione Xiaomi Mi Drone 4K: drone performante e economico Carlo
Prezzo
Qualità costruttiva
Durata batteria
App
FPV
4,6
Punteggio

Xiaomi Mi Drone 4K è senza dubbio il drone del momento. Il prezzo vantaggioso (si trova in questi giorni su GearBest ad un prezzo di 340€ spedizione inclusa) e la qualità costruttiva paragonabile, se non superiore, a marche concorrenti, fanno di questo drone uno tra i migliori best buy del 2017. L’ho acquistato, dal link in alto, il 19 Agosto, e circa in poco meno di 15 giorni mi è stato consegnato direttamente da Bartolini.

Confezione e contenuto

Lo Xiaomi Mi Drone 4K viene consegnato in una scatola di cartone con all’interno un adattore per le prese italiane. All’interno della confezione, troviamo la scatola del drone di colore bianco con raffigurato nella parte frontale il Mi Drone 4K in tutta la sua “bellezza”. Aperta la confezione, è possibile vedere come gli scomparti siano tutti numerati e permettano quindi di procedere all’assemblaggio del drone senza sbagliare (anche se il manuale di istruzioni è completamente in cinese).

Il drone ci viene consegnato con i “carrelli” in posizione chiusa. Ciò permette di ridurre al minimo l’ingombro generale del drone e quindi rimporlo per il trasporto anche in zaini compatti.

All’interno della confezione troviamo:

  • Mi Drone 4K senza batteria, eliche e gimbal installati
  • 8 eliche “10×4.6” pollici, autoserranti in nylon, con capocchia centrale asportabile
  • Carica batterie con cavo d’alimentazione (adattatore fornito gratuitamente da GearBest)
  • Batteria “LiPo, 4S, 14.8V, 5100 mAh”
  • 4 paraeliche
  • Cavo USB/MicroUSB

Per poter utilizzare il drone è comunque necessario munirsi di uno smartphone con display non superiore a 6″ e installare l’applicazione Mi Drone disponibile sul Play Store (dispositivi Android) o Apple Store (dispositivi Apple).

L’installazione delle eliche è molto semplice e non richiede nessun accessorio particolare. Basterà infatti inserire l’elica dello stesso colore sul braccio corrispondente e serrare con il piccolo pomello posto sulla parte superiore dell’elica. Niente di più semplice.

Scheda Tecnica e caratteristiche

Precisione di spostamento: ± 0.1m (verticale), ± 1.5m (orizzontale)
Velocità di salita massima: 6m / s
Velocità di discesa massima: 1,5m / s
Velocità massima: 18m / s
Altitudine massima sul livello del mare: 120m
Interasse: 434mm
Classificazione della resistenza del vento: 4
Frequenza di lavoro: 5725-5850MHz
Distanza di controllo: 4000 m
Batteria: 15.2V 5100mAh
Tempo di volo: 27 minuti

Gimbal:
Gamma regolabile: passo -90 ° a 0 °
Precisione: ± 0.02 °
Stabilizzazione: da -120 a 35 ° (passo), da -35 a 35 ° (rotolo), da -65 a 65 °

Camera:
Lente: FOV 94 °, f / 2.8
Lunghezza focale: 3.7mm
Sensore: 1 / 2.3inch CMOS
Pixel effettivi: 12.40MP
ISO range: 100-3200 (video) 100-1600 (foto)
Velocità dell’otturatore: 8-1 / 8000s
Dimensioni max immagine: 4000 * 3000
Risoluzione video: 3840 * 2160p 30fps, 2560 * 1440p 60fps
Sistema di file: FAT32 / exFAT
Formato immagine: JPEG
Formato video: MP4
Tipo di scheda di memoria: Micro SD (Class10 / U1 sopra) 8-64GB

Batteria

La batteria gioca un ruolo fondamentale per quanto riguarda il corretto funzionamento e performance di un drone. Il drone Xiaomi è equipaggiato con un batteria LiPo da 15.2V e 5100mAh che garantisce un’autonomia di circa 27 minuti di volo ininterrotto.

L’alimentatore presente all’interno della confezione, ricarica la batteria in circa 90 minuti. Sulla parte laterale è presente un pulsante color oro che permette di controllare la carica della batteria (1 click) o avviare il drone (1 click breve + 1 click prolungato).

Un consiglio che mi sento di dare, per evitare di danneggiare la batteria, è quello di non farla scaricare mai sotto il 30% (la manovrabilità del drone viene inoltre ridotta via software). Le batterie LiPo sono molto particolari e richiedono attenzione quando si utilizzano.

Leggendo sul forum Xiaomi, le batterie entrano in storage automatico dopo 12h. Vi consiglio quindi, se avete intenzione di non utilizzare il drone per diverso tempo, di ricaricare al massimo la batteria; il circuito interno penserà al resto.

Gimbal

Una delle caratteristiche fondamentali dello Xiaomi Mi Drone 4K è senza dubbio la compattezza. Oltre ai carelli richiudibili, il drone permette di collegare/scollegare il gimbal senza tanti problemi. Lo Xiaomi è infatti equipaggiato con un gimbal stabilizzato su 3 assi coadiuvato da un sensore Sony Exmor R BSI CMOS” da 12 MP che permette di girare video fino alla risoluzione di 3840 * 2160p a 30fps e foto con risoluzione massima di 4000 * 3000.

Nella parte posteriore della fotocamera è presenza l’alloggiamento per microSD, un connettore per il collegamento al PC ed una piccola ventolina per il raffreddamento della componentistica hardware.

La qualità generale di video e foto è ottima. Nonostante le dimensioni del sensore, lo Xiaomi Mi Drone 4K gira video in risoluzione 4K a 30 frame al secondo con un effetto fisheye molto ridotto. La tonalità dei colori è ottima nella maggior parte delle condizioni di luce; è possibile comunque cambiare l’esposizione direttamente dalla rotellina destra del telecomando (funzione molto utile se state girando video).

L’unico problema che ho riscontrato con la fotocamera, è l’orizzonte che risulta non propriamente dritto. Xiaomi ci sta comunque lavorando e rilascia periodicamente aggiornamenti firmware.

Il Radiocomando

Il radiocomando Xiaomi è senza dubbio ben riuscito a livello di design, molto leggero e minimale al massimo. Nella parte superiore è caratterizzato da un carrello a scomparsa, che permette di alloggiare senza problemi smartphone fino a 6″. Nella parte frontale troviamo i due stick per il controllo del drone e il pulsante per il “Ritorno a casa automatico”.

Più in basso è presente invece il pulsante di accensione e il pulsante per il decollo e atterraggio automatico. Il radiocomando del Mi Drone 4K è dotato di due antenne direzionali che lavorano sulla frequenza di 2.4 Ghz per gestire i movimenti del drone e sulla frequenza di 5.8 Ghz per quanto riguarda lo streaming digitale.

Sono inoltre presenti due trimmer laterali, quello sinistro per manovrare il Gimbal e quello destro per aumentare/ridurre l’esposizione della telecamera. Completano la dotazione due pulsanti posteriori utili per attivare/disattivare la registrazione video e per scattare foto.

Nella parte inferiore è presente inoltre una porta microUSB utile per ricaricare il radiocomando e una USB per collegare il radiocomando al cellulare. Nella porta USB è inoltre possibile collegare una chiavetta Wi-Fi Xiaomi per connettere, senza fili, il radiocomando al cellulare.

Comportamento in volo

Dopo aver scaricato l’app Mi Drone per il vostro cellulare, dallo store di riferimento, procediamo con l’accensione del comando e del drone. Subito l’applicazione, dopo aver selezionato il tethering USB, effettua in automatico il collegamento tra Drone e comando e va subito alla ricerca di eventuali aggiornamenti firmware.

Xiaomi oltre a rilasciare periodicamente nuove funzioni e risoluzione di bug, aggiorna anche le no fly zone dove non è possibile volare. Dopo un check-up iniziale del drone si può tranquillamente decollare inclinando gli stick verso l’interno.

Lo Xiaomi Mi Drone 4K si rivela subito molto performante e stabile. Anche per coloro che non hanno mai pilotato un drone, lo Xiaomi da subito fiducia. Nonostante in questi giorni, la zona dove ho avuto modo di provarlo era molto ventosa, il drone è risultato sempre stabile e privo di problemi. Ho avuto necessità di effettuare due “ritorno a casa automatico” e il drone è tornato senza problemi nel luogo dove era decollato (mi raccomando impostate la giusta altezza per evitare problemi).

Il drone permette di arrivare ad un’altezza massima di circa 500mt e distanza di circa 3/4 km. Non ci siamo spinti fino a queste distanze, in quanto la normativa vigente non lo permette, ma devo riconoscere comunque che il segnale è stato sempre stabile (non abbiamo riscontrato perdite di segnale).

Conclusione

Lo Xiaomi Mi Drone 4K è senza dubbio un drone molto performante offerto ad un prezzo molto aggressivo. C’è comunque da dire che il drone è in continuo aggiornamento, così come l’app di riferimento. Ci auguriamo possa migliorare nel corso del tempo e vengano aggiunte novità sull’app.

Per qualsiasi problema con il drone, o semplicemente per avere consigli sull’acquisto, non esitate a lasciare un commento in basso.